Tuesday, November 14, 2006

"Era da una settimana...."

"...che a suo padre rodeva il culo. Qualche giorno se l'era presa con la porta del bagno che non si apriva. La serratura era rotta. Per un paio di minuti aveva provato ad armeggiare con un cacciavite. Se ne stava li', in ginocchio, a bestemmiare, a insultare Fratini, il ferramenta che gliel'aveva venduta, i fabbricanti cinesi che l'avevano costruita con la latta, i politici che permettevano d'importare quella merda, ed era come se fossero tutti li', proprio davanti a lui, e niente, quella porta non ne voleva sapere aprirsi.

"Un pugno. Uno piu forte. Un altro. La porta sussultava sui cardini, ma non si apriva. Rino era andato in camera, aveva preso la pistola e aveva sparato contro la serratura. Ma quella non si era aperta. Aveva solo prodotto un botto assordante che aveva rintronato Cristiano per mezzora.

"Una cosa buona c'era stata: Cristiano aveva imparato che e' una stronzata quella che si vede nei film, dove se spari alle serrature le porte si aprono."

That was your Italian literary moment of the day. It's an excerpt from an excerpt of Niccolo Ammaniti's new book, "Come Dio Comanda." I am still reading the excerpt, though it's just ten pages, because honestly, it's a bit depressing. But trust me: it's very engrossing. Lui e' un genio! For more information on where to get the excerpt, see my previous post on Ammaniti.

No comments: