Thursday, July 26, 2007

Dante Moment of the Day

Once again I backed up the verses a bit because it's been a while since we have had a Dante Moment of the Day. Here, Virgil has just finished recounting Beatrice's pep talk to him about leading Dante through the Underworld, and now he and Dante embark on their journey (in this section, Virgin gives his own pep talk to Dante).

Godi!

"Poscia che m'ebbe ragionato questo,
li occhi lucenti lagrimando volse,
per che mi fece del venir più presto.

"E venni a te così com' ella volse:
d'inanzi a quella fiera ti levai
che del bel monte il corto andar ti tolse.

"Dunque: che è? perché, perché restai,
perché tanta viltà nel core allette,
perché ardire e franchezza non hai,

"poscia che tai tre donne benedette
curan di te ne la corte del cielo,
e 'l mio parlar tanto ben ti promette?».

"Quali fioretti dal notturno gelo
chinati e chiusi, poi che 'l sol li 'mbianca,
si drizzan tutti aperti in loro stelo,

"tal mi fec' io di mia virtude stanca,
e tanto buono ardire al cor mi corse,
ch'i' cominciai come persona franca:

"'Oh pietosa colei che mi soccorse!
e te cortese ch'ubidisti tosto
a le vere parole che ti porse!

"Tu m'hai con disiderio il cor disposto
sì al venir con le parole tue,
ch'i' son tornato nel primo proposto.

"Or va, ch'un sol volere è d'ambedue:
tu duca, tu segnore e tu maestro'."
Così li dissi; e poi che mosso fue,

"intrai per lo cammino alto e silvestro."


Dante's Inferno, Canto II, 115-142.

La via diritta smarrita? Need to figure out where we left off? See the post for June 25.

No comments: