Tuesday, November 27, 2007

Voi italiani siete così fortunati!

Perché giovedì sera da voi basterà accendere la tivù per vedere Roberto Benigni in diretta. E forse qualcuno di voi l'ha già visto durante il tour TuttoDante. (Non si sa mai quando la Rai International ci farà vederlo qui in USA!)

BEATI VOI!

Ecco il brano dal Corriere della Sera sul programma che va in onda giovedì, compreso la lettera di Benigni agli italiani:

ROMA - Roberto Benigni affronterà giovedì sera su Raiuno, ne Il V Canto dell'Inferno, in onda in diretta alle 20:30 subito dopo il Tg1 temi come l'amore, il sesso e la politica.

L'amore, ovvero «il regalo più bello che ci è cascato addosso», il sesso, «il motore del mondo» e la politica, «da Voltaire a Silvio Berlusconi».

Lo annuncia lo stesso premio Oscar in una lettera in cui dà appuntamento agli italiani. La serata evento - che culminerà nella lettura del canto di Paolo e Francesca - riporterà Benigni in tv dopo il grande successo della trasmissione del 23dicembre 2002, L'ultimo del Paradiso, e dopo il trionfale tour TuttoDante, che ha avuto oltre 100 repliche in 48 città diverse e più di un milione di spettatori.

LA LETTERA AGLI ITALIANI - «Cari Italiani - scrive Benigni - con immensa allegria e col cuore che cinguetta come un fringuello appena nato, il 29 novembre in diretta su Raiuno, staremo un paio d'ore insieme a parlare del regalo più bello che ci è cascato addosso. Dobbiamo capire cos'è l'amore.

Ne tracceremo la storia. Dal primo libro della Genesi, all'ultimo libro di Bruno Vespa, dalla lettera di pace di San Paolo ai Corinzi: "per quante cose io assuma in mio conto se non ho l'amore io non sono nulla", alla lettera di scuse di Berlusconi a sua moglie: '... E dai Verò, stai buona, sò bagattelle...". Dalla rottura della Pace tra Greci e Troiani secondo Omero: "Causa ne fu la Divina femminilità di una Donnà, alla recente rottura della pace tra AN e Forza Italia secondo Vittorio Feltri: "La causa è una sola, problemi di gnocca". Vedremo gli enormi passi avanti fatti dall'Umanità su questo tema».

SESSO, DA CASANOVA A SANDRO BONDI - «Sì - continua l'attore nella lettera agli italiani - parleremo del sesso, il motore del mondo, percorrendolo nei suoi aspetti più estremi. Dalla libidine sfrenata alla totale repressione. Insomma da Casanova a Sandro Bondi.

Parleremo di politica, da Voltaire: «Non sono d'accordo con quello che dici ma sono pronto a morire purchè tu lo dica", a Silvio Berlusconi: "Chi vota a sinistra è un coglione". Parleremo della grandezza dell'Italia cercando di capire che cosa abbiamo fatto di bello per meritarci città come Milano, Firenze, Roma dove sono nati uomini come Manzoni, Michelangelo, Cesare e cosa abbiamo fatto per meritarci città come Arcore, Ceppaloni, Montenero di Bisaccia e... non mi ricordo dove è nato Buttiglione».

L'AMORE DI DANTE - «E poi - conclude Benigni - lasceremo parlare Dante. Ci faremo dire da lui cos'è quella nostalgia dell'infinito, quella ventata di annientamento che ci precipita addosso quando ci si innamora e smantella tutta la nostra vita, quella sensazione felice, pericolosa e rara che unisce sensualità e tenerezza e ci rende immortali. Ce lo faremo dire da lui con parole antiche e commoventi che hanno attraversato i secoli per posarsi sulle nostre labbra. Nulla di solenne, semplicemente la bellezza. A giovedì».

5 comments:

Anonymous said...

Non conosci nessuno che te lo possa registrare e poi mandare?

Anche io non vedo l'ora, l'anno scorso in estate ho assistito ad una serata della serie TuttoDante, in Piazza Santa Croce a Firenze.

Già l'ambientazione era bellissima, poi lui è stato spettacolare.
A parte la prima parte di "attualità" e satira, poi leggeva piccoli brani del Canto in questione e lo spiegava, magnificamente ma anche con ironia e battute divertenti.

Alla fine, lo ha recitato TUTTO A MEMORIA.
E visto che questo lo faceva ad ogni serata, dedicata ognuna ad un canto differente, ciò significa che sa almeno tutto l'Inferno a memoria.


Lucia

Ciambellina said...

Eccoti! Me l'avevi detto, infatti pensavo a te quando ho fatto referimento al tour TuttoDante.

Solamente il fatto che Benigni ha scritto 'una lettera agli italiani' mi fa meravigliare -- sembra una cosa che farebbe solamente lui.

Sicuramente mi piacerebbe sentirlo leggere un brano di Dante ma anche la satira politica mi garbarebbe. L'ho visto una volta durante una trasmissione di qualche programma e ha fatto delle battute sulla politica italiana che mi hanno fatto schiantare.

Poi l'altra cosa che mi colpisce è che mi fa ricordare di alcuni amici toscani. Cioè, vedo lui come, non so come si dice, 'uomo toscano medio.'

Grazie per il messaggio!

Anonymous said...

CIAO! IO LO REGISTRERO' SU VHS PERCHE' FABRIZIO NON HA LA POSSIBILITA' DI VEDERLO. SE VUOI CONSERVO LA CASSETTA E, QUANDO TORNA IL NOSTRO "INVIATO" , GLIELA CONSEGNO. BACI ILARIA

Anonymous said...

E' appena terminata la trasmissione: ovviamente bellissima.
La prima parte per me potrebbe anche evitarla, anche se divertente.
Invece la spiegazione del canto è spettacolare, e quando poi lo recita tutto mi fa commuovere.


Lucy


P.S. ha annunciato che prossimamente verranno trasmesse tutte le 13 serate che facevano parte dello spettacolo, no so però né quando né a che ora.
chissà se erano quelle registrate a Firenze: quando ci sono stata io c'erano le telecamere.

Ciambellina said...

Ciao Lucy e Ilaria,
Grazie per i messaggi. Vedi, Lucy, appare che prima o poi il programma lo vedrò!

Grazie per l'idea, e Ilaria, grazie per aver registrato il programma.

Siete troppo brave!