Sunday, December 30, 2007

Christmas lights in Milano - Vittorio Emmanuele

Wow! Christmas lights in the beautiful indoor/outdoor mall in downtown Milan.

Albero di Natale


Albero di Natale
Inserito originariamente da Gingio
Un'altro albero di Natale....questa volta a Milano!

Friday, December 21, 2007

Buon Natale * Buon Anno


Buone feste ragazzi!

Ecco una foto dell'albero di Natale a casa nostra quest'anno. E' bello, no?

La foto l'ho scattato poche ore prima della festa che s'era organizzata da noi ieri sera.

Era molto divertente! Come sempre, ho fatto ascoltare ai miei amici musica italiana, compreso il disco di musica tradizionale pugliese che ho comprato durante le ferie. Abbiamo bevuto qualche bottiglia del prosecco di Valdobbiadene, abbiamo mangiato tanto e festeggiavamo fino alle ore piccole -- era davvero bello, ragazzi.

Mi auguro che voi passiate un bel Natale, che Babbo Natale vi dia tanti bei regali, e che possiate mangiare, bere e rilassare alla grande. Quando le feste si finiscono, i stessi problemi che affliggono il nostro pianeta ci saranno li ad aspettarci.

Un abbraccio forte forte soprattutto ai miei cari amici a Firenze!

Thursday, December 20, 2007

Natale- P.zza Repubblica - Firenze

Bell'immagine dell'albero in Piazza della Repubblica l'anno scorso.

Ragazzi, com'è Firenze ora? Tutto bello bello per Natale?

Monday, December 17, 2007

Natale in America!


No, non è casa mia, ragazzi! E' una casa che non sta lontana da dove vivo io, quindi si trova in una zona del Pennsylvania, uno degli stati nel nordest degli USA. Guarda come si festeggia Natale in America.

Siamo ossessionati dalla festa di Natale!

Per precisare, non siamo sempre ossessionati dal desiderio di aiutare chi ha di meno o di stare con i nostri cari. Invece a Natale, siamo spesso ossessionati dal consumo e dall'usanza di apparecchiare le nostre case con delle luci e anche figurine dalla Bibbia e dalla storia.

Caro lettore, forse in questo momento ti chiedi: perché si parla ora dell'America quando questo blog si dedica a tutto ciò che ha a che fare con l'Italia? Vabbe': questo blog è anche uno scambio culturale. Ogni tanto inserisco un'argomento solamente per far vedere ai miei amici in Italia come si vive qui in USA (ovvero per fare capire quanto siamo matti!).

Vedete un po' queste foto.



Ecco Maria, Gesù, Babbo Natale e Rodolfo, la piccola renna dal naso rosso.



Il bolletta per la luce? Non se ne parla nemmeno.

Grazie a Jane Therese, la quale ha scattato le foto delle case di notte.

Anch'io sto preparando le cose per le feste. Sto scrivendo i biglietti di auguri per Natale (un'usanza Americana che è ancora molto diffusa) e sabato sera si organizza un cenone da noi per i nostri amici quindi ho anche un sacco di altre cose da fare (tipo: bisogna creare il menu. Mi auguro che Il Nostro Inviato sia in grado di preparare qualche bella pietanza sabato; oggi lui stava un po' maluccio con un raffreddore).

Vi lascio un'ultima immagine.....the Christmas wreath on the front door of my house (ma come si dice? Corona di fiori da Natale? Aiutatemi ragazzi!).



Un abbraccio!

Sunday, December 16, 2007

padre_figlio_logu


padre_figlio_logu
Inserito originariamente da logu
Il fotografo ha scritto sotto la foto: 'Padre e figlio, i migliori lampredottai di firenze!'

That means these men are the best tripe vendors in Florence...now there's something you don't see everyday in America!

Friday, December 14, 2007

I saw him again!

I saw Roberto Benigni on television again last night. Just as our faithful reader, Lucy, said, they are broadcasting episodes of his tour TuttoDante now every Thursday night.

As I said last week, this is one of the few times I am enjoying my subscription to the television channel RAI International to the fullest. Seeing him perform in Piazza Santa Croce in Florence, with the square's statue of Dante over his shoulder, is an absolute joy.

Last night's episode showed him reading Canto I of Dante's Inferno. That's one of those cantos that makes the hair on the back of your neck stand up. Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura....

In the show, first he reads through the canto with explanations. This part is quite funny and takes up the majority of the program. It reminds me of countless discussions I've had with friends in Florence. Why? Because Benigni is the consummate Tuscan man. He has all the characteristic mannerisms and sayings, and of course he's got the Tuscan accent and sense of humor! What a package!

Then at the end he reads the ENTIRE canto from MEMORY. From memory, folks!

And the emotion he feels when he reads Dante is evident in his delivery, his tone, his face.

Era stupendo ragazzi!

Quando guardo queste trasmissioni, penso: quant'è bello conoscere la lingua italiana. How great is it knowing Italian.

I think the same thing when I listen to the aria "Casta Diva" from Bellini's opera, Norma or for that matter, "L'America" di Gianna Nannini.

What an incredible language it is.

Sunday, December 09, 2007

"Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate"

DANTE MOMENT OF THE DAY IS BACK!

The last time we enjoyed verses from Dante was July 26. Soon after I went to Puglia and when I came back, all I wanted to talk about was Puglia!

But now that's over. We left off at the end of Canto II in the Inferno. Let's begin Canto III, which contains the immortal words: "Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate."

That means: "Abandon all hope ye who enter here." In this Canto, Dante, with his guide Virgil, begins his official descent into the Underworld. Godi!

"Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.

Giustizia mosse il mio alto fattore;
fecemi la divina podestate,
la somma sapïenza e 'l primo amore.

Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate."

Queste parole di colore oscuro
vid' ïo scritte al sommo d'una porta;
per ch'io: "Maestro, il senso lor m'è duro."

Ed elli a me, come persona accorta:
"Qui si convien lasciare ogne sospetto;
ogne viltà convien che qui sia morta.

Noi siam venuti al loco ov' i' t'ho detto
che tu vedrai le genti dolorose
c'hanno perduto il ben de l'intelletto."

Dante's Inferno, Canto III, 1-18

(My thanks again to William Johnston who kindly posted all of the cantos of the Divina Commedia on the Web. You can find the link at right in the list of links.)

Friday, December 07, 2007

Ho visto Benigni!

Era una trasmissione dal tour TuttoDante. Ha letto l'ultimo canto del Paradiso in Piazza Santa Croce a Firenze, due passi dall'appartamento dove vivevo con Il Nostro Inviato.

Benigni era favoloso! Ad un certo punto mi sono venute lacrime agli occhi. Quanto mi sarebbe piaciuto esserci!

Mi stava sempre simpatico Benigni ma ora stento di trovare le parole giuste per descriverlo! Era come hai detto, Lucy. La Divina Commedia lui la conosce a memoria!

Poi sapeva spiegare le parole e il significato delle rime! Mi ha insegnato tanto tanto!

Mi sarei dovuta fidarmi della Rai International! Ogni tanto dà qualcosa di straordinario (ad esempio, quando è morto il Papa, l'abbonamento alla Rai mi stava molto comoda.) Ieri sera, c'era qualcosa veramente speciale.

Ilaria: voglio sempre vedere lo spettacolo che hai registrato tu!

Tuesday, December 04, 2007

Quante uova avete in casa?

Una nonna di 98 anni, è sul letto di morte e fa un'ultima confidenza al marito di 99 anni che è schiacciato dal dispiacere.

- Gerardo, mio piccolo Gegè, prima di chiudere per sempre gli occhi voglio rivelarti un segreto. Vai nel granaio e sulla terza traversa di sinistra troverai un cartone. Và, cercalo.

Il marito sorpreso, sale a fatica nel granaio e dopo 5 minuti ritorna in camera con la scatola. La apre e trova dentro 2 piccole scatole: una contiene 3 uova e l'altra 250.000,00 euro.

Alla vista dei soldi gli occhi si illuminano.
"Dimmi dolcezza, cosa significano le 3 uova?"

"Sai Gegè, da 78 anni che siamo sposati, ogni volta che facendo l'amore io non arrivavo all'orgasmo, mettevo da parte 1 uovo."

Gegè resta soddisfatto nel sapere che in 78 anni di matrimonio ha sbagliato solo 3 volte, e allora domanda, "E i 250,000 euro cosa sono?"

"Beh, ogni volta che raggiungevo 12 uova, le andavo a vendere."

Monday, December 03, 2007

Qual'è il caffe italiano più gustoso?

Sembra che sia Illy, dando un'occhiata ai resultati del sondaggio (sono solo in quattro a dirlo!).


Io ho scelto il caffe Quarta, chiaro!


Ora si fa una pausa perché voi non siete amanti dei sondaggi!