Thursday, January 24, 2008

Mostro di Firenze, ergastolo al "mandante"

Ho letto questo brano sul Corriere della Sera l'altro giorno:

"L'ex farmacista di San Casciano è accusato di essere la mente dei 4 degli 8 omicidi dei "compagni di merende"

FIRENZE - Il pm di Firenze, Paolo Canessa, ha chiesto l'ergastolo per Francesco Calamandrei, l'ex farmacista di San Casciano Val di Pesa (Firenze), 66 anni, a giudizio con l'accusa di essere il mandante degli ultimi quattro degli otto duplici omicidi legati al mostro di Firenze.

"Calamandrei ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato: per questo in caso di condanna all'ergastolo, la pena verrà ridotta a 30 anni di reclusione."

Scusate ragazzi, si può sapere perché questo processo non è ancora finito?

Quando sono arrivata a Firenze nel 1995, sentivo parlare del Mostro di Firenze. Poi leggo oggi che gli omicidi sono successi nel 1985.

Che succede qui?

4 comments:

Anonymous said...

Da fiorentino e da laureato in giurisprudenza provo a spiegarti in poche parole una delle più complesse storie giudiziarie della storia italiana.

Per prima cosa bisogna ricordare che il processo non è unico ma sono tre: quello a carico di Pietro Pacciani, che si è concluso; quello a carico dei c.d. "Compagni di merende", che si è concluso; e quello relativo ai mandanti dei delitti del Mostro, ancora in corso.

Detto questo tutta la vicenda è durata anni per vari motivi, alcuni giustificati, altri meno.
I delitti sono stati compiuti in un arco di tempo molto lungo e a distanza di molti anni: questo ha fatto si che tardi ci si è resi conto di essere di fronte ad un omicida o a più omicidi c.d. "seriali". Inoltre la questione è stata particolarmente complessa e nuova per la realtà investigativa italiana che si è trovata persino a chiedere consulenze ad esperti provenienti da altri paesi (USA, per esempio).
Per non parlare del fatto che si faceva riferimento, nei processi, a fatti avvenuti anche 20 anni prima senza avere a disposizione le moderne tecniche di indagine.

Poi, e qui si entra sul delicato, non appena ci si è resi conto che probabilmente qualcuno "più in alto" entrava in gioco in questa tremenda vicenda, i pm sono dovuti andare avanti con i guanti di seta, perchè entravano in gioco interessi e personaggi di un certo rilievo.

Tutto questo ha rallentato gli esiti dei vari procedimenti. E ancora oggi non possiamo affermare con certezza di essere giunti del tutto ad una conclusione.

Ciambellina said...

Grazie per il tuo messaggio!

Avevo fatto confusione, ma ora capisco che infatti il processo che ho citato è l'ultimo. Ora mi quadra.

Ma scusami, ti devo chiedere chi è la persona "più in alto" di cui fai referimento? Ormai sono tanti anni che non sento notizie del processo quindi credo di aver dimenticato la maggior parte della vicenda.

Comunque, grazie di nuovo. Come avvocato (do per scontato che sei diventato avvocato), sei fra i pochi lettori di Ciambellina che mi possono spiegare questo processo!

Anonymous said...

Ieri e ieri l'altro c'è stata all'aula bunker di Firenze in via dell'Agnolo, davanti al G.U.P., una delle udienze finali del processo a carico di Calamandre. In questi due giorni hanno parlato gli avvocati delle parti civili, cioè delle persone offese dai reati.

La prossima udienza dovrebbe essere il 4 marzo, sempre li, dove prenderà la parola l'avvocato di Calamandrei, per l'esposizione delle sue conclusioni.

Non capita tutti i giorni di poter assistere ad un processo del genere. Le arringhe, tanto di accusa che di difesa, sono tenute dai più illustri avvocati penalisti, sono molto lunghe e riesaminano 40 anni di vicende.

Ricordo a tutti che nel nostro paese le udienze, nella maggior parte dei casi, sono pubbliche: quindi basta presentarsi, lasciare il nome e sedersi in aula.

Per quanto riguarda le "persone più in alto" non posso certo risponderti io... posso però dirti che si sta già facendo riferimento add un "quarto" processo per i delitti del mostro di firenze.

Anonymous said...

Da quello che ho saputo io (che non sono l'anonimo qui sopra) al terzo processo per i delitti del mostro di firenze Calamandrei è stato scagionato, così come tutte gli altri personaggi coinvolti in questa vicenda..

Ho seguito fin dall'inizio questo processo anche dal vivo (avevo 18 anni quando è iniziato il processo a carico di Pacciani) e tutt'ora seguo la vicenda nonostante io non sia di Firenze :)

Però francamente, nonostante io abbia anche visitato i luoghi degli omicidi, intervistato fingendomi giornalista molti personaggi legati a questa vicenda e letto migliaia di documenti, penso che oramai la verità non sia più raggiungibile a pieno. Troppi anni trascorsi, troppi depistaggi, troppe persone scomparse nell'arco di questi anni che potevano chiarire in qualche modo almeno alcuni punti.

Bisogna solo sperare che l'ultimo compagno di merende (ammesso che sappia qualcosa di concreto) racconti qualcosa di inedito agli inquirenti. Sapevo che in un certo senso avesse ultimamente ammesso di aver partecipato ad alcuni dei delitti, confidandosi con Lorenzo Nesi. Ma più di questo non so.. Se qualcuno sapesse darmi qualche delucidazione in merito gliene sarei veramente grato visto che seguo il caso assiduamente dal 93. Anticipatamente grazie :)