Wednesday, April 30, 2008

Ciambellina si sposta ad Atlanta!

Ciao ragazzi,

Un po di novità: io e Il Nostro Inviato stiamo per fare un trasloco ad Atlanta. Molto probabilmente lo conoscete come il luogo dove c'era l'Olimpiade nel 1996.

Sarà la seconda volta che ci trasferiamo ad Atlanta. Siamo andati a vivere lì, dopo aver lasciato Firenze nel 1998.

Sinceramente non ci è piacuto granchè la prima volta. La città cresceva a bestia in quell'epoca ma il centro storico era vuoto di sera e sembrava che tutti gli abitanti vivessero in periferia. Non era un città molto movimentata, e la gente non aveva la usanza di girare per centro.

Quando abbiamo lasciato la città nel 2001, non credevamo che ci sarebbe mancata mai.

Ma negli ultimi anni, ci siamo tornati per ferie diverse volte e si vedeva che la città cambiava. C'erano nuovi ristoranti e negozi in centro, e sorgevano nuovi palazzi di uffici e appartamenti. Ed è arrivata un'offerta di lavoro per Il Nostro Inviato ed abbiamo deciso di buttarci.

Quando cominciavo a spargere la voce fra amici e familiari, mi chiedevo come mai potevo tornare ad una città che non amavo.

E me ne sono accorta che era quasì impossibile trasferirsi da Firenze ad una città come Atlanta.

Eravamo appena rientrati in USA da un lungo e bellissimo soggiorno a Firenze ed in Italia. Eravamo quasì quasì in lutto.

Ci siamo ritrovati in un posto che ci era estranea. Noi siamo di New York e vivevamo ad Atlanta, una città nel Sud Profondo, la terra di Via Col Vento (difatti, l'autrice, Margaret Mitchell, visse ad Atlanta, e la sua casa ci rimane, ora rifatta come un museo e centro di studi per la letteratura).

Ormai sono passati 10 anni da quando abbiamo lasciato Firenze. Siamo di nuovo americanissimi, e non siamo più in lutto, anche se l'Italia ci sta sempre cara.

Cari lettori di Ciambellina, il trasloco non vi cambia nulla. Anzi, forse vi dà qualcosa in più, perché ci sono ristoranti italiani ad Atlanta e gente italiana.

Vi farò sapere quando faccio il trasloco. Ora stiamo cercando di vendere la nostra casa qui nel Pennsylvania e siamo alla ricerca di una casa nuova ad Atlanta.

Vediamo un po'!

Un abbraccio forte forte!

8 comments:

Anonymous said...

In bocca al lupo per il trasloco!

Penso anch'io che dopo la fase iniziale di assestamento, un trasloco possa fare solo bene.

Lo dico però solo in liena teorica, perché non mi sono mai mossa da Firenze e dalla stessa casa da quando sono nata (tranne una parentesi di 6 mesi mentre la casa era in ristrutturazione).



Lucy

Anonymous said...

Best of luck with your relocation to Atlanta. The second time will be a charm!

longislandette

Ciambellina said...

Grazie per il commento, Lucy. Credo che andra' tutto bene. Ormai ho fatto un sacco di tralochi -- anche in Italia, da Roma a Pisa, poi a Firenze -- e mi rendo conto che con quasi tutti i traslochi, ci sono vantaggi e svantaggi. Atlanta è una grande citta', quindi c'è un sacco di cose da fare, ed (spero) ampie opportunita' di lavoro.

Però, è anche vero che ho fatto un sacco di amicizie qui nel Pennsylvania, e il discorso è questo: non tutte possono sopravvivere. C'è gente che conoscevo a Firenze che ormai ho perso di vista.

Comunque, vediamo. Ciambellina resta sempre qui in rete!

cosi said...

Hi Ciambellina,

Love the blog and good luck in Atlanta.

Sorry - my Italian not so good. May I suggest a link to a translation page. I use google translate to get the english version.

http://www.google.com/translate?u=http%3A%2F%2Fciambellina.blogspot.com&langpair=it%7Cen&hl=en&ie=UTF8

Ciambellina said...

Thanks for posting, Cosi. Don't worry abouy your Italian, just keep trying! As I said, you have a cool handle, which you means you knew enough Italian to choose a cool word.

Please come back and visit us here at Ciambellina.

Francesco said...

Ciao!
Mi chiamo Francesco e cambiare vita mette sempre un po' di stress e anche tanta voglia di vivere e conoscere cose nuove, dal 1 settembre lavorerò in downtown in uno studio di architettura ad atlanta fino a marzo 2009 (spero di potermi trattenermi di piu ma dipende dallo studio)stavo muovendomi un poco sul web e sono finito sul tuo blog.
Sto cercando di trovare un posto dove vivere ... avresti qualche suggerimento o aiuto? :)

Grazie Francesco

Joseph Speziale said...

Ciao Ciambellina,
mi trovo ad Atlanta per una settimana di conferenze. E' la seconda volta che passo una settimana qui nell'arco di due anni, e secondo me non e' cambiata un granche'. Il centro la sera e' sempre deserto, ieri sera per trovare un ristorante che servisse cena alle 9 ho dovuto fare capriole! Semmai, mi sembra peggiorata la situazione con i mendicanti, il centro ne pullula, sembrano organizzatissimi ma, per quanto possa pesare essere accostato da uno due tre diciassette mendicanti in meno di venti minuti, almeno sembrano molto educati. Ovvio che loro sono solo il sintomo di problematiche piu' grandi, rimane comunque una brutta carta da visita per il centro citta'.
Volevo chiederti se nel frattempo avessi trovato un ristorante italiano degno di nota ad Atlanta?
Ho provato a leggere tra le varie recensioni che si trovano tramite Google, ma non ne riesco a venire a capo. Grazie d'anticipo!

ELENA said...

Ciao! Per caso vivi ancora ad Atlanta? Ho visto un tuo vecchio post. Come posso fare per contattarti? Avrei bisogno di aiuto perchè a Settembre sarò li e non parlo inglese. Mi servono un paio di info importanti. Mi aiuteresti? Grazie, ELENA