Saturday, November 17, 2007

Le solite americane

Ciao ragazzi!

Leggo spesso un bel blog che si chiama Firenze Night and Day (potete vedere il link qui a destra). L'autrice è bravissima, e gira parecchio per Firenze alla ricerca di nuovi locali e cose divertenti da fare.

All'occasione del 31 Ottobre, che da noi, e vedo anche ora un po' da voi, è la festa di Halloween, quando si va in giro in maschera, lei ha inserito un argomento in cui diceva che quella sera c'era poca gente in giro in centro a Firenze.

Nelli ha scritto: "Escluse le solite americane seminude e ubriache - stavolta pure in maschera - non c'era molta gente."

Mi ha colpito.

Innanzitutto, mi affretto a dire che essendo americana e avendo vissuto a Firenze, non metto in dubbio che spesso le americane in giro per Firenze sono ubriache (seminude, non so; cioè, le ragazze americane sono più scoperte di ragazze italiane? Non so; mi piacerebbe sentire altri pareri).

Quello che voglio dire è che mi rattrista molto che ci sono dei stereotipi della mia razza (se si può chiamarla così) che sono abbastanza antipatici.

Ripeto: sono sicura che Nelli ha ragione, e ragazzi, date un'occhiata al suo blog. Si capisce subito che gli americani e l'America non le stanno antipatici (i suoi film preferiti: i film con Bruce Willis!). Quindi, lei lo dice perché è vero!

Mi dispiace molto che noi americani spesso ci facciamo vedere a Firenze, ovvero in Italia ovvero in Europa, ubriachi e seminudi (i maschi americani vanno sempre in giro in pantaloncini quindi includo anche loro). Nelli non l'ha detto, ma a volte andiamo in giro anche gridando (in inglese, sempre in inglese!) e facendo casino senza preoccuparci dell'altra gente che ci sta intorno.

Come popolo, siamo anche molto accoglienti e molto aperti e disposti a fare quasi tutto (ad esempio, vivere all'estero per incontrare nuove culture e modi di fare, e fare amicizia con ogni tipo di persona). Spero che a volte gli italiani riescano a vedere anche quelle caracteristiche.

Commenti? Nelli?